UltraNUC Pro 7

UltraNUC Pro 7

QuietPC UltraNUC Pro 7 Fanless è una bestia interessante, perché non è proprio la sua macchina: è uno dei sistemi Intel Next Next of Computing (NUC) di settima generazione, rimosso dalla sua custodia originale e installato in un case di terze parti, insieme con eventuali aggiornamenti che desideri specificare al momento dell’ordine.

La dipendenza dall’uso di un sistema NUC originale come base significa che non troverai le stesse opzioni di processore di altri sistemi nel catalogo QuietPC: il Core i3-7100U di settima generazione – come rivisto, spiegando la sua scarsa presentazione nel nostro benchmark multitasking – e I chip i5-7300U sono opzioni per il case Akasa Newton S7 rivisto, con Core i7-8650U limitato al più grande Plato X7. Ciò fornisce un raffreddamento migliorato (ma ancora passivo) a scapito di una maggiore impronta.

Altrove, ci sono 8 GB di RAM DDR4 (senza slot gratuiti per l’aggiornamento, purtroppo) e un SSD M.2 NVMe da 500 GB . Non c’è nemmeno una GPU dedicata, quindi puoi dimenticarti di usarlo per qualsiasi compito della workstation. Come accennato in precedenza, i suoi punteggi di riferimento tradiscono i suoi componenti che invecchiano; l’UltraNUC Pro 7 ha raccolto un punteggio complessivo di soli 37 nei nostri test, che smentisce un sistema che sarà in difficoltà sotto carico.

Design

Il passaggio dal case NUC di serie a UltraNUC è un compromesso: il sistema diventa molto più grande di quanto fosse progettato, ma il fastidioso ventilatore di serie viene abbandonato a favore dell’uso del case alettato come un gigantesco dissipatore passivo. Non è ancora una macchina di grandi dimensioni secondo gli standard normali, misura 177 mm di larghezza e 61 mm di altezza, ma è più grande della maggior parte della concorrenza e con un peso di 1,7 kg, è anche più pesante.

L’apertura di UltraNUC – aiutata dai termini di garanzia “open box” di QuietPC – rivela la differenza di dimensioni tra la scheda NUC originale e il suo nuovo case più grande. Il produttore ha impiegato alcune soluzioni alternative per adattare la scheda alla sua nuova casa, incluso l’uso di prolunghe USB per portare le due porte USB 3 frontali attraverso il pannello frontale del nuovo case.

Porte e funzionalità

Purtroppo, non c’è molto che un nuovo caso possa fare per la selezione limitata di porte della NUC: la parte anteriore presenta due porte USB 3 e due porte USB 2, mentre la parte posteriore ha due porte HDMI, una porta Gigabit Ethernet e due porte USB 3, oltre a ritagli con tappo in gomma per antenne Wi-Fi opzionali e un cavo breakout RS232 incluso.

È una scelta abbastanza competente di porte, ma è nettamente inferiore rispetto ad altri mini PC che abbiamo visto e la mancanza di connettività USB-C è particolarmente deludente. Ciò limita la sua versatilità, così come il fatto che il Wi-Fi non è incluso come standard.

UltraNUC Pro 7 si aggiudica alcuni punti per aver sostituito il fastidioso fan della scheda su cui si basa a favore di un dissipatore di calore passivo, ma l’età della CPU Intel di settima generazione al suo interno sta davvero iniziando a mostrare. Intel Hades Canyon NUC – basato su una versione più recente della sua scheda NUC e che incorpora un processore Core i5 di ottava generazione – offre prestazioni tre volte e mezzo superiori a questo dispositivo a un prezzo leggermente più economico.

È ancora relativamente compatto, soprattutto rispetto al grosso Hades Canyon, quindi se desideri una macchina più piccola che offra comunque operazioni silenziose e senza ventole, vale la pena dare un’occhiata a UltraNUC Pro 7. Per quanto riguarda le prestazioni, stai meglio altrove.

Check Also

Xerox B215

Xerox B215 La nuova stampante B215 fa parte della nuova serie X200 di dispositivi mono …

Lascia un commento