LG SJ9

lge3L’Lg SJ9, è una soundbar standalone abilitata Atmos con un subwoofer e senza altoparlanti posteriori, basandosi su un paio di driver di accensione che troviamo verso l’alto per dare al suono l’altezza extra per la quale Atmos è meglio conosciuto.

Non è possibile ricreare un avvolgente effetto audio surround, ma è una soundbar altrimenti ben attrezzata e ben progettata. Per quanto riguarda la larghezza, è più adatto per televisori da 55 pollici e oltre – qualsiasi cosa più piccola e si attaccherà ai lati. Tuttavia, non è necessario preoccuparsi troppo dell’altezza poiché l’SJ9 ha un profilo notevolmente basso. Dovrebbe sedersi comodamente dalla maggior parte dei televisori moderni senza interferire con la visualizzazione dello schermo, a differenza di alcuni dei suoi rivali.

Altre caratteristiche chiave includono il supporto Bluetooth per la connessione di dispositivi mobili, connettività Wi-Fi con Spotify Connect e supporto Google Cast, audio ad alta risoluzione fino a 192kHz / 24-bit e audio multiroom tramite il sistema MusicFlow di LG. Il subwoofer del sistema è wireless, sebbene sia necessario collegarlo alla rete.
Per quanto riguarda gli standard audio surround, l’SJ9 può decodificare fino a Dolby True HD, ma il supporto DTS è limitato al normale DTS Digital Surround, non al DTS-HD Master Audio o DTS: X senza perdita.

Qualità del suono e connettività

Sebbene la connettività wireless sia ragionevolmente buona su LG SJ9, come descritto sopra, la connettività fisica è un po’ corta. La connettività limitata non è davvero uno shock su una soundbar, ma ciò che sorprende è esattamente quanto sia limitato l’SJ9. C’è solo un ingresso HDMI qui e un output abilitato ARC, che non ti dà molta flessibilità. Si noti, inoltre, che il canale ARC non supporta l’audio Atmos.
Questo non vuol dire che non ci sia supporto per dispositivi extra. Con gli ingressi S / PDIF ottici da 3,5 mm disponibili, è possibile collegare altre fonti senza doversi preoccupare di scambiare i cavi, ma per questo tipo di denaro mi aspetterei di più – molto di più.
Una volta deciso quale dispositivo collegare, l’SJ9 è almeno ragionevolmente facile da usare. Il telecomando non sembra molto, ma è facile da afferrare. Tutti i pulsanti sono replicati sul retro verso il lato destro, quindi se si posiziona il telecomando in modo errato, è ancora possibile attivare e disattivare la soundbar, regolare il volume e cambiare le fonti abbastanza facilmente.

Un display a matrice di LED bianchi visualizza il livello del volume e la fonte in uso o la modalità in uso, sebbene non sia necessario regolare troppo le impostazioni poiché probabilmente si desidera attenersi a Standard. Ho trovato il resto dei preset aggiunto poco all’impostazione predefinita. Come al solito, l’audio automatico di LG, che dovrebbe analizzare il suono e adattarlo per adattarlo, non era convincente.

Ahimè, qualunque impostazione tu scelga, l’LG SJ9 è piuttosto poco interessante. Non ho alcun problema con la scala o il volume. La barra eroga una solida amplificazione da 300 W per sette altoparlanti nella soundbar e 200 W per il subwoofer wireless. In nessun caso l’abbiamo trovato particolarmente interessante, comunque.

Non importa dove abbiamo posizionato il sottotitolo nella nostra casa, il basso, in particolare, mancava di autorevolezza, presa e definizione, con esplosioni che si susseguivano nel rombo sciolto. Anche il basso del Samsung HW-K950 è privo di definizione, creando un palcoscenico più ampio e una migliore separazione degli strumenti.

L’LG SJ9 non è così coinvolgente, con tutto il suono che sembra emanare da un prodotto così notevole di fronte a voi. Potrebbe funzionare meglio in una stanza con soffitti più alti o più bassi rispetto al nostro punto di test; In entrambi i casi, però, non c’è alcun aggiustamento che ti permetta di raggiungere la quantità di volume che questi piloti Atmos danno.

Check Also

s1

Xerox DocuMate 6460

Xerox DocuMate 6460 Se si sente la necessità di una velocità di scansione, DocuMate 6460 …

Lascia un commento