Garmin Edge 130

de2Garmin Edge 130 offre un numero sorprendente di funzioni per un dispositivo che pesa solo 33 grammi. Oltre a tracciare velocità, distanza e tempo e offre una navigazione di base per il breadcrumb, è compatibile con l’intera gamma di sensori Garmin ANT + e Bluetooth, inclusi sensori di frequenza cardiaca, velocità e cadenza e misuratori di potenza.

Edge 130 supporta anche Strava Live Segments, quindi puoi competere con te stesso e i tuoi amici in tempo reale ed è compatibile con gli accessori Varia di Garmin come il radar RTL 510, che rileva le auto in avvicinamento e ti rende più visibile ai conducenti.

Nonostante le dimensioni ridotte, il computer da bici visualizza fino a otto diversi campi di dati sullo schermo alla volta (un grande passo avanti rispetto ai più basilari modelli Edge 20 e Edge 25) e supporta anche funzionalità intelligenti quali notifiche, informazioni meteo e Garmin LiveTrack (che consente ai tuoi cari di controllare la posizione quando sei fuori).

Come gli altri computer di bordo Garmin, l’Edge 130 si ricarica tramite la connessione micro USB e Garmin afferma che può durare fino a 15 ore tra una ricarica e l’altra. Si noti che non viene fornito con il supporto per bici anteriore Garmin, che deve essere acquistato separatamente.

Design

La cosa più sorprendente di Edge 130 è quanto sia piccolo. A 63 mm x 41 mm, è notevolmente più tascabile rispetto a Edge 520, che misura 73 mm x 49 mm al confronto. Questo potrebbe non sembrare un’enorme differenza, ma è anche quasi la metà del peso, spostando la bilancia a soli 33g.

Come ci si aspetterebbe, lo schermo monocromatico è più piccolo del display a colori di Edge 520, ma ciò che impressiona è che ha una risoluzione maggiore di 303 x 230 pixel. In questo modo il testo e i menu appaiono nitidi, ed è facile vedere in ogni condizione di luce dalla luce solare intensa al nero intenso (grazie alla retroilluminazione integrata).

Poiché non ha un touchscreen, la navigazione del menu avviene tramite cinque pulsanti diversi. Un tasto sul lato sinistro si attiva e spegne il dispositivo, mentre i pulsanti sul bordo inferiore consentono di avviare / interrompere l’attività e tornare alla schermata precedente, rispettivamente. Infine, i due pulsanti sul lato destro consentono di scorrere tra le schermate e le opzioni dei dati e premendo a lungo il pulsante in alto a destra si aprono vari menu di impostazioni.

È piuttosto semplice imparare cosa fanno tutti i diversi pulsanti in diversi contesti e in molti modi è preferibile a un touchscreen, che viene utilizzato in alcuni dei dispositivi più costosi di Garmin e non si combina bene con dita fredde o guanti.

In pratica, il mio unico problema con il saltare tra gli schermi dei dati durante la guida è stato causato dall’essere mancini. In breve, ho scoperto che dovevo usare la mia mano destra, che preferirei non usare, o che avrei raggiunto con il mio pollice sinistro. Alla fine, ho optato per l’opzione ambidestra perché l’approccio mancino significava che avrei bloccato il display con il mio braccio.

Oltre a quella piccola lamentela, però, Garmin Edge 130 era per lo più un piacere da usare. Ha trovato costantemente un fix GPS in meno di un minuto (c’è anche GLONASS e il supporto di Galileo, se hai qualche problema con la modalità solo GPS) e iniziare un’attività è semplice come premere il pulsante in basso a destra del dispositivo. Dopo aver fatto ciò, tutte le informazioni importanti tra cui velocità, distanza e tempo appaiono immediatamente sullo schermo principale.

Quando si accoppia un sensore con Edge 130 per la prima volta, indipendentemente dal fatto che si tratti di una fascia cardio o di un misuratore di potenza, il dispositivo invita a aggiungere una schermata di dati personalizzati per visualizzare le informazioni pertinenti. Ciò consente di risparmiare parecchio tempo nei menu, ma se desideri visualizzare i dati su uno schermo esistente, puoi farlo premendo alcuni pulsanti.

Ogni schermata personalizzata (è possibile aggiungerne fino a cinque) può visualizzare fino a otto campi dati. Questo può sembrare un pò angusto se si sceglie di utilizzare tutti e otto, ma dipende esclusivamente da te: è possibile raggruppare molte informazioni su uno schermo o scegliere di mantenerlo semplice con una manciata di campi dati più grandi e leggibili. Questa flessibilità è particolarmente utile se si desidera tenere d’occhio la velocità o la potenza in un colpo d’occhio mentre si guida in gruppo o quando si affrontano terreni fuoristrada più tecnici.

Insieme alle schermate dei dati personalizzati, il computer da bici può anche mostrare le pagine di bussola, elevazione, mappa e segmento, nonché schermate per le informazioni meteorologiche e le notifiche dallo smartphone.

Navigazione

Come ci si aspetterebbe da un Garmin entry-level, lo strumento di navigazione di Edge 130 è piuttosto semplice. Puoi scaricare percorsi sul dispositivo solo da Garmin Express (sul tuo PC o Mac) o tramite l’app mobile Garmin Connect, e le indicazioni sono tramite una semplice traccia di breadcrumb. Non ci sono indicazioni stradali passo-passo e il ciclocomputer ti avviserà solo se andrai fuori rotta, non ti indirizzerà di nuovo.

Probabilmente ci si abitua ad alcuni di questi capricci, ma ugualmente non consiglierei di imbarcarmi su strade totalmente sconosciute senza prendere uno smartphone come backup. Se hai una vaga idea di dove devi andare, gli strumenti di Edge 130 dovrebbero essere sufficienti per tenerti in pista, ma non aspettarti molto di più.

Garmin Connect App

Quando finisci un giro, Edge 130 ti consente di scegliere tra una gamma di tipi di guida diversi, tra cui strada, pendolarismo, ghiaia e montagna, in modo che sia elencato in modo appropriato in Garmin Connect. Ti mostra quindi un riepilogo della corsa e ti informa su quanto a lungo dovresti aspettare prima di rimettervi in sella dal punto di vista del recupero.

Naturalmente, è possibile visualizzare una ripartizione più dettagliata dei dati della corsa (tra cui velocità, frequenza cardiaca e grafici di elevazione) nell’app mobile Garmin Connect e generalmente la sincronizzazione è talmente veloce che questa è l’opzione più sensata. Infatti, a condizione di avere il mio telefono con me, il mio giro era normalmente caricato su Garmin Connect e Strava – con cui si interfacciava – quando avevo finito di chiudere la mia bici nel garage.

Conclusioni

Garmin Edge 130 apre nuovi orizzonti offrendo funzionalità come Strava Live Segments e compatibilità con sensori Bluetooth e ANT + in un pacchetto piccolo e leggero che costa solo € 150.

L’unica cosa che impedisce di essere uno shoo-in per un premio Best Buy è che puoi raccogliere il vecchio Garmin Edge 520, che ha molte altre funzionalità (ma manca la compatibilità con il sensore Bluetooth) per solo € 20 in più. Spendi ancora circa €30 in più e puoi mettere le mani su Wahoo Elmnt Bolt, che ha strumenti di navigazione superiori rispetto a entrambi i dispositivi Garmin.

Se vuoi monitorare le tue prestazioni ciclistiche nel tempo e migliorare la tua forma fisica, allora questo piccolo dispositivo GPS ha molto da offrire. Altrimenti, vale la pena prendere in considerazione anche uno dei suoi compagni di scuderia più costosi, specialmente se pensi che trarrai vantaggio da una navigazione più avanzata.

Check Also

de45

Panasonic G80

Le CSC sono generalmente commercializzate come più piccole e più leggere delle reflex, ma il …

Lascia un commento